gazzettaGranata

La commuovente conferenza di Miha nel 2016: “Il Toro è fatto di cuore, lacrime e sudore. E’ un club che mi somiglia”

La commuovente conferenza di Miha nel 2016: “Il Toro è fatto di cuore, lacrime e sudore. E’ un club che mi somiglia”

Le prime parole da allenatore del Torino nel 2016: “Ho scelto questo club perché è epico. Ai tifosi dico: spiegate a chi arriverà in questo club cosa è il Torino” A chi non lo conosceva, ai tifosi che lo ascoltarono con attenzione quel 13 giugno 2016 pronunciare queste parole nella prima conferenza stampa da allenatore […]

L’articolo La commuovente conferenza di Miha nel 2016: “Il Toro è fatto di cuore, lacrime e sudore. E’ un club che mi somiglia” proviene da MONDOTORO.NET.

Le prime parole da allenatore del Torino nel 2016: “Ho scelto questo club perché è epico. Ai tifosi dico: spiegate a chi arriverà in questo club cosa è il Torino”

A chi non lo conosceva, ai tifosi che lo ascoltarono con attenzione quel 13 giugno 2016 pronunciare queste parole nella prima conferenza stampa da allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic poteva sembrare costruito. Ma sarebbero bastate le settimane immediatamente seguenti per far ricredere molti sulla totale naturalezza e schiettezza dell’allenatore e soprattutto dell’uomo, che avrebbe guidato il Toro per i successivi due anni. Con momenti e partite a tratti davvero esaltanti e a tratti neri da non saper dove sbattere la testa, ma sempre vissuti al timone della nave, con quel senso di responsabilità che solo i migliori comandanti hanno. Dalla sala stampa dello stadio Olimpico “Grande Torino”, il neo allenatore granata pronunciò un discorso puro, vero e credibile. Lo riportiamo in versione integrale su MondoToro per ricordare un uomo esemplare, che ci ha lasciato troppo presto.

Mihajlovic e Belotti al Torino, stagione 2016-2017

Sinisa: “Al Toro si respirano pagine di storia fra le più intense del calcio italiano. Avevo voglia di lavorare in un club che mi somigliasse”

Allora, prima di tutto è un grande onore essere qua oggi, perché quando mi raccontavano che Torino è un’altra cosa rispetto ad altri club pensavo fosse un’esagerazione. Ora mi sono accorto che non è così. Qui si respirano pagine di storia e quelle granata sono fra le più belle e drammatiche e intense del calcio italiano. Penso che questo club è fatto di anima, cuore, orgoglio, lacrime, sudore, come piace a me. E avevo voglia di tornare a lavorare in un club, in una società che mi somigliasse“.

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Bologna

“Il Toro è abituato a stare nell’arena. Non ha paura e così anche noi dovremo lottare e combattere”

Diciamo che il Toro è abituato a stare nell’arena e ha un compito, che è lottare e combattere. E non ha paura. E per questo noi, comunque, in tutte le partite che faremo, faremo questa cosa qua: lottiamo e combattiamo, ma vogliamo anche giocare bene a calcio, perché vogliamo far divertire i nostri tifosi“.

Stadio Olimpico Grande Torino

Mihajlovic: “Ho chiesto a Cairo di accompagnarmi subito a Superga. Dobbiamo sempre essere all’altezza di vestire questa maglia”

Ho scelto questa società perché è una società epica, che fa venir voglia di vivere con la sua sciarpa al collo, segno d’appartenenza per i colori e di rispetto per gli eroi che li hanno indossati. Si dice che gli eroi sono sempre giovani e belli. E i giovani e belli muoiono per restare leggende. Il Torino ha vissuto tutto questo 67 anni fa e proprio per questo ho chiesto al presidente di accompagnarmi dopo la conferenza a Superga per deporre un mazzo di fiori e omaggiare quelli là, che ci guardano da lassù. Perché penso che il Torino, più di ogni altra società, è legato alla sua storia. E noi, io per primo e poi tutti gli altri, dobbiamo essere sempre all’altezza, in ogni partita, in ogni allenamento e in ogni minuto che indosseremo quella maglia granata

Superga

Mihajlovic: “Per fare bene in un club devi conoscerlo, devi capirlo, devi amarlo”

Ci sono ancora tante cose che vorrei dire, ma sicuramente la cosa importante è che daremo tutto il possibile. Bisogna recuperare un po’ di valori di appartenenza e valori morali, perché quando si lavora, quando vuoi fare bene, devi conoscere il club, devi capirlo, devi amarlo. Quelli che mi conoscono bene sanno che non sono abituato a fare appelli ai tifosi, perché bisogna meritare il loro sostegno sul campo. Però oggi una cosa voglio chiedergliela: è quella di trasmettere a chi si avvicina a questa storia granata con rispetto, come me, e a chi non la conosce, come i ragazzi giovani che arriveranno, che cos’è il Torino. E’ una cosa fondamentale. Se noi riusciamo a sentire sulla nostra pelle la gioia di ogni vittoria o il dolore di ogni sconfitta, come accade a ogni nostro tifoso, allora sì che questa può essere una grande stagione. E io per quello non vedo l’ora di cominciare“.

Sinisa Mihajlovic, allenatore del Torino dal 2016 al gennaio 2018
/ 5
Grazie per aver votato!

L'articolo La commuovente conferenza di Miha nel 2016: “Il Toro è fatto di cuore, lacrime e sudore. E’ un club che mi somiglia” proviene da MONDOTORO.NET.

Mondotoro.net

Seguici sui nostri social

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com