gazzettaGranata.com | tutte le ultime notizie sul Torino FC | gazzettaGranata | calciomercato notizie torino calcio

La verità di Nkoulou: «Promesse disattese, mi rimetto al lavoro»

Nkoulou rompe il silenzio, Cairo passa sulla difensiva. Il nuovo atto della vicenda ha agitato ulteriormente le acque in casa granata, il camerunense ha deciso di uscire allo scoperto. Lo ha fatto con un comunicato, prima riportato da L’Equipe e poi postato sul proprio profilo Instagram, nel quale ha raccontato la sue verità. «Nessun allenatore ha mai dubitato della mia professionalità e della mia lealtà, né come uomo e nemmeno come giocatore – le parole di Nkoulou – e se un professionista non è nelle condizioni di poter svolgere al meglio il suo lavoro, ha il dovere di comunicarlo, come d’altra parte ho fatto io con il mister e con i compagni». Poi, l’attacco frontale al club di via Arcivescovado: «Un uomo si definisce dal rispetto della parola, purtroppo ho capito che certe promesse sono difficili da mantenere e che i miei dirigenti hanno rifiutato la mia partenza ancora per questa estate». E qui subentrano i vertici granata, responsabili di non aver rispettato i patti con Nkoulou e il suo entourage. LA DIFESA DI CAIRO Frasi, quelle riportate sopra, uscite poco prima della presentazione di Verdi, riportate a Cairo praticamente in tempo reale e alle quali il presidente ha provato a controbattere. «Non ho seguito in prima persona la trattativa per portarlo a Torino, so che l’anno seguente il procuratore mi ha portato una proposta del Siviglia – ha risposto il numero uno del club di via Arcivescovado – ma le promesse di cessione da parte del direttore sportivo dell’epoca non sono mi sono mai state riferite direttamente». Il riferimento è a Gianluca Petrachi, anche se l’entourage del giocatore continua a indicare in Cairo il responsabile di determinate parole e patti stipulati. Poi, Cairo spiega anche le mosse societarie su Nkoulou: «Le proposte che arrivano devono essere adeguate, e soprattutto non vado a rinforzare dirette concorrenti – ha aggiunto il presidente del Toro – quindi è rimasto. Ci ha fatto male sentire che non se la sentiva di giocare una partita fondamentale, abbiamo già spiegato che cosa deve fare: sicuramente le questioni si risolvono nelle sedi opportune, non attraverso dichiarazioni ai giornali». «LOTTO PER IL TORO» E ora? Nkoulou è stato chiaro: «Io sono sempre fedele ai miei principi – ha ancora aggiunto il camerunense – e ho sempre portato rispetto al Toro attraverso il mio esempio dentro e fuori dal campo. Mi rimetto al lavoro senza che questi problemi ostacolino né la mia motivazione né la mia professionalità, e ancor meno l’ardore di difendere i colori del Toro, perché la sua storia e i suoi colori lo meritano». Un segnale di apertura per rientrare nel gruppo di Walter Mazzarri, con tanto di “Forza Toro” in chiusura di comunicato, ma ci sarà bisogno di tempo perché tutto torni come prima, anche ieri, infatti, Nkoulou non si è allenato assieme alla squadra. The post La verità di Nkoulou: «Promesse disattese, mi rimetto al lavoro» appeared first on CronacaQui.
LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA SU Cronacaqui.it