gazzettaGranata.com | tutte le ultime notizie sul Torino FC | gazzettaGranata | calciomercato notizie torino calcio

Gattuso e Longo: il valore di essere sé stessi, anche in situazioni complicate

Gennaro Gattuso contro Moreno Longo significa sfida tra due allenatori chiamati in corso d’opera per rimediare ad una situazione scomoda, e non soltanto dal punto di vista della classifica. Il Napoli e il Torino, come già ampiamente analizzato nel corso della settimana, sono due tra le principali delusioni della Serie A 2019/2020 fino ad oggi. Gattuso è dovuto subentrare a Carlo Ancelotti, Longo a Walter Mazzarri. Entrambi hanno dovuto sostituire tecnici più navigati di loro, inserendosi in due piazze in subbuglio. Il Napoli ha vissuto un autunno caldo, il Torino sta convivendo con un lungo inverno. https://www.toronews.net/toro/gattuso-pre-napoli-torino-il-torino-e-una-squadra-di-valore/ RINGHIO LO SCHIETTO - Gattuso ha portato a Napoli semplicemente la sua persona. Piaccia o non piaccia il Campione del Mondo di Berlino 2006 è così: schietto, sincero e un po’ burbero. Non ha peli sulla lingua e lo ha dimostrato anche a Fuorigrotta, non convocando ad esempio Allan per la trasferta di Cagliari per lo scarso rendimento del centrocampista durante gli allenamenti settimanali. Ha cercato di mettere ordine in una città sul piede di guerra dapprima contro il presidente Aurelio De Laurentiis e poi contro i giocatori per l’ormai famoso rifiuto di andare in ritiro. Gattuso ha così ereditato tanti problemi, alcuni ancor più difficili da sbrogliare rispetto al modulo da scegliere per una partita, ma per ora sembra aver imboccato la strada giusta. La finale di Coppa Italia è alla portata dopo la vittoria a Milano contro l’Inter nella semifinale d’andata, la rincorsa al sesto posto continua tra parecchi alti e alcuni bassi (Lecce docet) e l’ottavo di Champions League contro il Barcellona è ancora aperto dopo la fine del primo round. FIGLIO DEL FILA - Longo, figlio del Filadelfia, si è presentato a Torino mostrando immediatamente carattere, un carattere a forti tinte granata. Ha riaperto le porte del Filadelfia (Coronavirus permettendo), ha cercato di riavvicinare la gente alla squadra, ha tentato di dare nuovi stimoli ai giocatori. La partenza dal punto di vista dei risultati è stata in salita (anche l’avventura di Gattuso a Napoli, tuttavia, era partita con tre sconfitte nelle prime quattro gare), ma la cellula granata è tornata a pulsare. Come Gattuso, anche Longo si è inserito in un contesto difficile, a causa della contestazione dilagante contro Urbano Cairo, Mazzarri e giocatori. Nel prosieguo della stagione Longo dovrà continuare ad essere sé stesso, proprio come fatto dal collega partenopeo, perché alla fine chi porta avanti i propri ideali alla lunga viene premiato dal campo e dalla gente.L'articolo Gattuso e Longo: il valore di essere sé stessi, anche in situazioni complicate sembra essere il primo su Toro News.
LEGGI LA NOTIZIA COMPLETA SU Toronews.net