gazzettaGranata

Como, la maglia numero 9 ad un ex grande attaccante del Toro

Como, la maglia numero 9 ad un ex grande attaccante del Toro

Dopo un lungo periodo di speculazioni, il Como ha annunciato l’ingaggio di un nuovo attaccante che promette di essere un punto di riferimento per la squadra nella lotta per la salvezza. Il…

Dopo un lungo periodo di speculazioni, il Como ha annunciato l’ingaggio di un nuovo attaccante che promette di essere un punto di riferimento per la squadra nella lotta per la salvezza. 

Il giocatore, campione d’Europa, è stato scelto per la sua esperienza e il suo record impressionante in Serie A.

Negli ultimi mesi, erano stati presi in considerazione diversi nomi per la panchina dei lariani, con Sanchez e Jamie Vardy tra i favoriti. Tuttavia, la decisione è caduta su un giocatore più anziano del calcio italiano, noto per aver disputato 330 partite in Serie A e segnato 112 gol, oltre a fornire 32 assist.

 

Questo attaccante, che una volta ha quasi conquistato il titolo di capocannoniere del campionato italiano e ha attirato l’attenzione delle principali squadre della Serie A, sembra essere la risposta perfetta al trasferimento di Andrea Belotti dalla Roma al Como. Il costo del trasferimento è stato stimato intorno ai 4,5 milioni di euro, inclusi bonus.

Andrea Belotti era già fuori dai piani della Roma da gennaio dell’anno scorso, quando è stato ceduto in prestito alla Fiorentina. Tuttavia, con i viola non ha brillato, segnando solo 3 gol in Serie A e venendo rilasciato dalla società.

andrea belottiAndrea Belotti e Koffi Djidji, alenamento al Filadelfia

Dopo aver riflettuto per alcuni giorni, Belotti ha accettato l’offerta del Como. Il contatto diretto con il vice allenatore dei lariani Cesc Fabregas, che aveva espresso interesse per il giocatore, ha facilitato la decisione. I tifosi del Como sono divisi: alcuni ricordano il grande bomber del Torino, mentre altri ritengono che i soldi potrebbero essere spesi meglio su altri attaccanti.

Per Belotti, il Como potrebbe rappresentare un’opportunità per rilanciarsi in Serie A con meno pressione rispetto alle squadre che lottano per l’Europa e potenzialmente tornare a segnare in doppia cifra dopo quattro stagioni senza riuscirci.

Nonostante le sue prestazioni non all’altezza nelle ultime tre stagioni, Belotti ha sempre contribuito negli scambi di gioco e alla Roma si è dimostrato pronto a sostituire i titolari quando necessario.

Seguici sui nostri social